Notizie flash
IL CORSARO DELLA SERA, IL 19 APRILE: INCHIESTE DA PELLE D'OCA

SANITA' ALLO SFASCIO E DISOCCUPAZIONE IN CRESCITA MA MATTARELLA INVIA I SALUTI AI RADICALCHIC

Poi i politici si stupiscono se la gente non va più a votare. Con tutti i problemi che il Friuli Venezia Giulia si trova a dover affrontare, con una sanità allo sfascio a causa di tempi interminabili e mancanza di medici, con un continuo spreco di denaro pubblico e con tantissimi neolaureati senza lavoro, il Presidente Mattarella invia i saluti a quattro radicalchic di Pordenone con vitalizi e contratti pubblici a tempo indeterminato. "Invio volentieri gli auguri all’annuale edizione di pordenonelegge, che negli anni ha realizzato un forte legame con un crescente numero di appassionati - ha spiegato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella -. L’iniziativa conferma inoltre la vocazione internazionale del Friuli Venezia Giulia da sempre cerniera tra Italia e Mitteleuropa, tra Mediterraneo e Balcani, tra Occidente e Oriente. Questa Festa del libro, come scrivono gli organizzatori, è anche Festa della libertà perché senza cultura la libertà perde spessore e si indebolisce. È di grande significato che nell’art. 9 della nostra Costituzione sia scritto che la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Di questo obiettivo il libro è strumento fondamentale. Auguro successo per l’intensa attività in programma nei prossimi giorni". Con il presidente di Fondazione Pordenonelegge Michelangelo Agrusti, hanno partecipato alla cerimonia inaugurale – introdotti dagli inni d’Italia, d’Europa e d’Ucraina – il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, il vicepresidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e Assessore alla Cultura Mario Anzil, il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Luca Ciriani ed è inoltre intervenuto il direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta, affiancato dal direttore di Fondazione Pordenonelegge Michela Zin, e persino dai curatori del festival Alberto Garlini e Valentina Gasparet. Nel corso della cerimonia è stato letto il messaggio del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Video